La Psicologia si occupa dei processi della mente, consci e inconsci, del comportamento e delle relazioni interpersonali. Parliamo dunque di una disciplina che cerca di comprendere la nostra “psiche” ossia i nostri modi di pensare, sentire e agire e utilizzare poi queste conoscenze per migliorare la qualità della vita dell’uomo.

Per dare risposta alla complessità dell’essere umano, le competenze e gli strumenti offerti attualmente dalla Psicologia hanno applicazioni in tutti i contesti della quotidianità. Tra questi:

  • passaggi critici tra le diverse età della vita (infanzia, adolescenza, coppia e sessualità, disturbi sessuali, gravidanza, terza età);
  • prevenzione e benessere (insonnia, disturbi alimentari, stili di consumo, attacchi di panico, ansia, malattie psicosomatiche, sicurezza, violenza, dipendenza da sostanze, fobie);
  • educazione e sviluppo (scuola, disturbi dell’apprendimento, genitorialità, processi di formazione);
  • disturbi cognitivi ovvero valutazione e riabilitazione neuropsicologica in seguito a cerebrolesione acquisite (trauma cranico, ictus, emorragie cerebrali, ecc.) o in caso di malattie neurologiche/degenerative (sclerosi multipla, morbo di Alzheimer, malattia di Parkinson, ecc.);
  • lavoro e sua organizzazione (selezione, testing e valutazione, presa di decisioni, analisi organizzativa, team building, mobbing).

Attraverso la psicoanalisi e le consulenze per l’orientamento o il sostegno, la Psicologia può essere di aiuto anche in ambiti specifici come immigrazione, giustizia, sport.